Sopracciglia “Spiked” e “Just browsing” – Due di Due

Ciao ragazze,

per la rubrica DueDiDue, in cui vi parlo di 2 prodotti che amo e che hanno qualcosa in comune, oggi si parla di sopracciglia!

Vi racconterò di Spiked e Just browsing. La prima è una matita automatica, storica, famosissima e amata da professionisti e non; la seconda è una novità uscita a settembre 2015, una brow mousse “magica”.

Specifico subito che normalmente non uso questi due prodotti insieme, ma in alternativa l’uno all’altro dato che permettono di ottenere un effetto differente. Vediamo nel dettaglio:

  • Eyebrow pencil in Spiked by MAC (matita automatica non retrattile):

E’ una matita automatica (ma NON è RETRAIBILE) divenuta davvero molto famosa e diffusa sia tra gli operatori del settore sia tra le semplici appassionate di makeup.

 

spiked matita per sopracciglia
spiked matita per sopracciglia by mac
Negli ultimi anni ho preso l’abitudine di usare le polveri per fare le sopracciglia. A casa usavo un ombretto specifico con pennellino umido, se mi truccavo in giro invece usavo un kit di 3 colori che applicavo (e lo faccio tuttora) con uno ‘spugnino’.

Come scrivevo sopra, ho già delle sopracciglia niente male, e fino a poco tempo fa le riempivo ma senza esagerare molto. Dopotutto non mi piace che si intraveda il trucco, è un punto in cui proprio non ci dev’essere traccia di makeup. Poi un giorno mi hanno invitato a farmi truccare, durante una fashion week, dai MUA di MAC. Tutto il trucco era fatto divinamente, ma ho notato che le sopracciglia in particolare mi stavano benissimo ed infatti Carolina Satta, una truccatrice MAC, aveva usato proprio questa matita per farmele. Sono sincera, non credevo che potesse fare alcuna differenza usare una matita di questo tipo o una normale.
Ho voluto allora provare ad usare Spiked (che in realtà è il nome del colore e non del prodotto) e da allora è entrata nella mia routine FISSA. E’ probabile che prossimamente ne comprerò altre per non dover prelevarla di continuo dal trolley o dalla borsa. La uso infatti anche per lavoro, il colore si adatta con facilità a tante combinazioni di colori di occhi/pelle/capelli.

La particolarità di Spiked è la dimensione: la mina (e anche il pack) è davvero molto molto sottile. Questo le permette di lasciare dei tratti molto fini che simulano i singoli peletti, anche nella ‘coda’ dell’arco, che è ovviamente più rada.

Come la uso? Per la base mi avvalgo di una matita chiara normale (per esempio Essence). Definisco i bordi (così non ‘stacca’ troppo e non rende squadrato il disegno) e comincio a riempire la parte iniziale dell’arco (in gergo, l’ ‘ascendente’). Poi, con Spiked, faccio qualche tratto nell’ascendente e nel discendente (la coda) per riempire ed evidenziare.
Se ve lo state chiedendo: uso due toni (o anche più) per rendere il tutto più naturale e meno ‘drammatico’.
In diverse occasioni, se ho fretta, mi limito al solo uso di Spiked.

Spiked è disponibile online e negli store/counter MAC a 19,20€.

Se vi piace il genere ma il colore non è quello giusto, sappiate che ne esistono altri 7 (!)

Spiked inoltre esiste anche nella versione Big Brow Pencil, insieme ad altre 4 nuance, è un mix di cera e polvere e costa 20,20€.

  • Just browsing (brow mousse) by Clinique:

è una mousse e si presenta in un tubetto che ricorda molto un piccolo mascara (foto sotto).

just browsing by Clinique

Mousse per sopracciglia (Just browsing by Clinique)

 

Lo ammetto non avevo grandi aspettative. Dopotutto quanto ti può cambiare la routine truccosa una mousse per sopracciglia?
Mi sono dovuta ricredere, è davvero eccezionale!

L’ho usato senza troppe speranze in un momento in cui, di fretta, non trovavo i miei soliti prodotti e… mi ha lasciato a bocca aperta!!
Non so se avete mai visto mie foto da struccata. Ho le sopracciglia abbastanza folte e di solito mi limito a definirle e riempirle. Mi piacciono belle piene e ‘consistenti’ e di solito riesco ad ottenere buoni risultati anche con prodotti low cost. Non ho mai dovuto cercare qualcosa di altamente performante, insomma, ma devo comunque “darci dentro” parecchio.
Provando Just browsing invece, ho capito di aver trovato un gioiellino da consigliare alle amiche che prediligono un look più soft (e che in certi casi adotto pure io). In un attimo e con gesti nemmeno troppo attenti ha infatti riempito, scurito, definito e fissato il mio arco, dandogli un effetto che definirei a metà tra il naturale e il truccato. In poche parole: quel tipo di risultato che vorresti avere quando non vuoi sembrare truccata. Vi capita mai?

Quindi il mio giudizio per Just browsing è: veramente top! Tanto da farmi pensare: la prossima volta che capito in profumeria mi studio ben bene l’espositore di Clinique, perchè so che non è nuova a colpi di genio simili ed è un po’ che non mi aggiorno!
Come lo uso? Nessun consiglio particolare…aprite, date due colpetti, chiudete. Super easy!
Just browsing è disponibile in 2 colorazioni (soft e dark brown) nelle profumerie autorizzate ed online, e costa circa 19€.

E voi, cosa usate per sopracciglia da star?

 

Makeup artist e beautyblogger dal 2011, con un passato nelle PR e nel marketing. Amo i cani (soprattutto il mio) e gli animali in genere. Vegeteriana da un paio di anni. Mi piace leggere, guardare le serie TV (specie quelle un po’ nerd tipo The Big Bang Theory e Silycon Vallery) e la musica.
Vivo a Milano e ho 39 anni.

Rispondi